I vizi del consenso fra contratto e trattamento dei dati: la riconoscibilità dell’errore

autore/author: Arianna Alpini

pubblicato/published: 27/6/2022

 

Citazione consigliata/Suggested citation: A. Alpini, I vizi del consenso fra contratto e trattamento dei dati: la riconoscibilità dell’errore, lceonline (www.lceonline.eu), 2/2022, I, p. 39 ss.

 

area disciplinare/disciplinary area:  diritto privato/private law

parole chiave: vizi del consenso, errore algoritmico, errore vizio, annullamento del contratto, conoscenza dell’errore

key words: defects in consent, algorithmic-error, vitiating error, annulment of the contract, knowledge of the error

 

Sommario: 1. L’andamento evolutivo della teoria dell’errore  2. Interferenze tra consenso al trattamento dei dati personali e contratto  3. Errore algoritmico ed errore-vizio: il caso ‘Quoine’  4. Rischi di sistema:  ‘aberrant value clause’ e ‘fail-safe deep price’  5. Annullamento dell’operazione eseguita erroneamente dal sistema e rettifica  6. Conoscenza dell’errore algoritmico e riconoscibilità dell’errore come vizio del consenso

 

Abstract

L’errore algoritmico può essere sia effetto di una non accurata programmazione sia causa di un vizio della volontà. Spostare l’attenzione sulla volontà e conoscenza del programmatore nel momento della programmazione si rivela insufficiente: occorre considerare l’Agreement con la piattaforma, i trading contracts, il livello di conoscenza tecnologica dei soggetti coinvolti. A queste variabili si aggiunge una nuova prospettiva: nella sequenza degli atti che si susseguono, la contrattazione automatica è non soltanto esecuzione di disposizioni ma anche fatto che incide ‘retroattivamente’ sulla volontà delle parti disponenti.

*

The algorithmic error can be both the result of a software bug and the cause of a defect of will. Shifting the focus to the programmer’s awareness and choice at the time of programming is not substantive: the Agreement with the platform, the trading contracts, the technological skills of the actors involved all need considering. A new perspective is added to these factors. In the sequence of acts that follow, the automatic negotiation is both execution of provisions and fact that ‘retroactively’ affects the will of the contracting parties.

Leggi il testo/Read the text

Arianna Alpini

Arianna Alpini

Arianna Alpini è Professoressa Associata di Diritto Privato presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Macerata dove insegna Diritto privato, Diritto dello Sport e Foundations of Private Law. È autrice di monografie e di lavori minori in tema di obbligazioni, comunione, principi italo-europei, interpretazione e fonti del diritto. Fra i suoi interessi di ricerca, l’impatto delle tecnologie sul contratto. È membro dell’Associazione degli Studiosi di Diritto civile (SISDiC) e dell’Istituto di Diritto europeo (ELI).

I commenti sono chiusi.