Quale futuro per lo Stato sociale? Fra costituzioni nazionali e integrazione europea

autore/author: Silvio Gambino

pubblicato/published: 24/9/2021

 

Citazione consigliata/Suggested citation: S. Gambino, Quale futuro per lo Stato sociale? Fra costituzioni nazionali e integrazione europea, anteprima/preview), lceonline (www.lceonline.eu)

 

area disciplinare/disciplinary area: diritto costituzionale e pubblico /constitutional and public law

parole chiave: Stato sociale, diritti fondamentali, crisi economica, integrazione europea

key words: social state, fundamental rights, economic crisis, European integration

 

Sommario: 1. Prospettive problematiche per lo Stato sociale?  2. Crisi economica e (problematiche di effettività dei) diritti sociali nel quadro del costituzionalismo interno e del (quasi) costituzionalismo dell’Unione. 3. La crisi dello Stato sociale come crisi dello Stato costituzionale e come crisi democratica

 

 

Abstract

 

Il testo affronta alcune tematiche di effettività dello Stato e dei diritti fondamentali sociali, nella prospettiva del rapporto fra ordinamenti costituzionali nazionali, nuove previsioni positivizzate nel TUE (e in particolare nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione) e problematiche poste dall’impatto della crisi economica (che solo di recente, con il Next Generation Eu, ha visto le istituzioni europee mutare il proprio indirizzo economico rispetto al ventennio precedente). Nel testo sono richiamate le problematiche poste dalla integrazione fra ordinamenti nazionali e diritto primario dell’Unione, accennando, nell’ottica della ‘dottrina dei controlimiti’ e del multilevel constitutionalism, alle tematiche poste dall’indirizzo giurisprudenziale del Giudice dell’Unione in tema di primato del diritto dell’Unione con riguardo alle stesse disposizioni costituzionali nazionali in tema di principi e di diritti fondamentali. In tale prospettiva, il contributo sottolinea le problematiche poste dalla giurisprudenza del Giudice dell’Unione nei rapporti fra libertà economiche sancite negli ordinamenti costituzionali nazionali e processo di integrazione europea, sollevando qualche interrogativo sullo stesso livello più elevato di protezione giurisdizionale delle libertà economiche fra costituzioni nazionali e diritto primario dell’Unione.

*

The paper addresses some issues regarding the effectiveness of the State and fundamental social rights. On the one hand, it deals with these issues in the perspective of the relationship between national constitutional systems and new positivized provisions in the TEU, and, in particular, in the Charter of Fundamental Rights of the Union. On the other hand, the paper deals with the aforementioned arguments in the perspective of the problems posed by the impact of the economic crisis, which with the Next Generation EU has seen the European institutions change their economic direction compared to the previous twenty years. Furthermore, the paper recalls the problems posed by the integration between national legal systems and primary law of the Union. From the point of view of the ‘doctrine of counter-limits’ and of multilevel constitutionalism, the paper mentions the issues raised by the ECJ case-law on the primacy of EU law with regard to the same national constitutional provisions on the subject of fundamental principles and rights. In this context, the study raises some questions about the same higher level of judicial protection of economic freedoms between national constitutions and primary law of the Union.

Subscribe
Notify of
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments